• Mercoledì 01 Agosto 2012 alle 14:56
Nuove schede XQD 2.0 da Lexar e Nikon

Le schede di memoria XQD rappresentano il futuro della fotografia digitale, anche se la loro diffusione è per il momento limitata. Il formato XQD venne annunciato per la prima volta nel 2010 da Sony, SanDisk e Nikon, ma le specifiche definitive sono molto recenti: risalgono infatti al dicembre 2011. Per il momento queste schede di memoria sono utilizzate solamente da una fotocamera digitale full frame, la Nikon D4, ma in futuro altri nuovi modelli incorporeranno questa tecnologia. Le ‘vecchie’ schede con standard Compact Flash, infatti, sono ormai in età da pensionamento dal momento che fecero la loro comparsa sui mercati oltre diciotto anni fa. 

Per non perdere questa opportunità, aziende come Nikon e Sony stanno lavorando alacremente allo sviluppo di schede XQD in grado di arrivare a velocità di trasferimento di un gigabyte al secondo. Oltre a migliorare il formato XQD 1.0 esistente, infatti, si sta già pensando ad un nuovo formato XQD 2.0 che secondo gli esperti potrebbe debuttare sui mercati entro la fine del 2012. Nessun produttore si è ancora azzardato ad ipotizzare una data di lancio, e per il momento si sa solo che l’XQD 2.0 sarà compatibile con i connettori per XQD 1.0. 

Nel frattempo, anche la statunitense Lexar ha annunciato la sua discesa in campo per quanto riguarda la produzione di schede XQD. Da tempo esiste una stretta collaborazione tra l’azienda californiana e Nikon, e il risultato di questa partnership è una gamma di schede XQD la cui velocità di trasferimento è di 320 Mb/s.

Una panoramica sulle XQD presenti sul mercato

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 305,1758
T3 = 402,8320
T4 = 500,4883
T5 = 805,6641
T6 = 805,6641
T7 = 805,6641 > 1069,739 > 1069,731