3D per i videogiochi in casa con la console Wii, una normale tv e la genialit?á di uno studente.

Uno studente americano ha finalmente sviluppato un sistema di visione tridimensionale efficace ed economico. Materiale usato: una tv, un pc e una console Wii. Si chiama Johnny Lee ed è uno studente della Carnegie Mellon University. E’ riuscito a realizzare un dispositivo che permette la visione tridimensionale su una normalissima televisione a schermo piatto.

Senza costruire nulla ma programmando un software che sfrutti l’ultima console Nintendo Wii e il suo sistema di posizionamento del controller, Johnny riesce a visualizzare immagini su un televisore che per l’utente sono tridimensionali in un modo che nemmeno al cinema si vede.

Il principio è semplice da descrivere: tramite un sistema di sensori, un programma monitorizza la posizione della testa dell'osservatore e ridisegna l'immagine sullo schermo. L'utente può avere la sensazione di vederle addirittura fuori dallo schermo.

L’idea alla base di tutto è che l’illusione della profondità non è difficile da dare. Con la tecnologia del Wiimote, però, in ogni momento la macchina può sapere dove si trovi lo spettatore e, dunque, modificare il disegno per continuare a dare l’illusione della profondità.

Video: Johnny Lee spiega la sua invenzione (versione inglese)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 1.562,5000
T4 = 1.562,5000
T5 = 1.562,5000
T6 = 1.562,5000
T7 = 1.562,5000 > 28249,98 > 28249,96